Prossimi Eventi|

Mercoledì 9 novembre a San Felice sul Panaro, auditorium comunale di viale Campi, 41, ore 20.30, presentazione del romanzo Trappola d’ardesia (Sága Edizioni) della scrittrice e blogger Roberta De Tomi.

Nel corso dell’iniziativa performance: Maneggiare con cura “Fragile” di Rosaria Munafò. Organizza l’assessorato alla Cultura del Comune.

La battaglia contro la violenza, con particolare riferimento alle donne e agli individui fragili, e contro l’odio che sembrano sempre più imperversare, è al centro di “Trappola d’ardesia” edito in cartaceo da Sága Edizioni, dopo la pubblicazione in digitale di Delos Crime del 2020.

La storia si dipana in una provincia sonnolenta tra Modena e Mantova, dove i segreti di famiglia devono essere taciuti. Qui inizia la vicenda di una donna trovata in stato confusionale sulla Statale 12 da Maddalena Incerti, anonima commessa trentenne in cerca di riscatto.

Proprio il riscatto è uno dei temi cardine, insieme alla vena romantica che pervade la trama.

La narrazione ne ispira altre complementari, complici le contaminazioni cinematografiche e letterarie che arricchiscono l’intreccio.

Accanto, le tematiche femminile, sempre collegate alla società in cui protezione e violenza sembrano le due facce di una stessa medaglia. Il tutto, nel corollario dell’amore visto secondo diverse ottiche.

Trappola d’ardesia è un thriller che condensa tutto questo. Il cartaceo è ordinabile in libreria, sugli eStore e sul sito di Sága Edizioni. L’ebook su tutti gli eStore tra cui quello di Delos Digital.

 

Roberta De Tomi dopo la laurea al Dams di Bologna, ha svolto mansioni legate al giornalismo e agli eventi culturali. Dal 2014 ha iniziato a pubblicare.

Tra i titoli: Come sedurre le donne (How2 Edizioni, 2014), e Alice nel labirinto (Dae Editore, 2017). Roberta tiene anche docenze di scrittura creativa, gestisce pagine Social per enti e cura il blog La penna sognante. Nel 2020 ha pubblicato tra i titoli Trappola d’ardesia (Delos Digital e Saga Edizioni), nel 2022 l’urbanfantasy Alyssa, l’ultima sirenetta (DAE).

Rosaria Munafò, di origini messinesi, trapiantata a Cernusco Lombardone (Lecco) da diversi anni, si approccia alla poesia in tempi recenti, ritenendola una scoperta meravigliosa.

Oltre a scrivere poesia, organizza incontri con artisti e autori nel suo “Giardino delle Idee by Rosaria” e partecipa a reading in giro per l’Italia. Maneggiare con cura: “Fragile” è la sua prima performance personale, espressione della sua visione sociale e inclusiva, in bilico tra consapevolezza ed emozione.

 

 

Close Search Window
Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id: